Condizionatori portatili da tavolo: migliori prodotti di Giugno 2021, prezzi, recensioni

I condizionatori portatili sono elettrodomestici economici, multi-funzionali e facili da usare. Hanno molti vantaggi rispetto a quelli fissi. Non devono essere installati, ad esempio. Dunque non apportano modifiche alla tua abitazione e non richiedono spese aggiuntive di installazione da parte di un tecnico specializzato.

La loro peculiarità è che, tramite rotelle e manici, possono essere trasportati con facilità da un stanza all’altra della casa. Anche se alcuni modelli possono pesare sui 20 kg o anche di più, grazie al sistema a ruote, non dovrai fare alcun sforzo eccessivo.

Esistono varie tipologie di condizionatori portatili come quella monoblocco o senza scarico. Quest’ultima tipologia consente una grande trasportabilità in quanto ha spesso dimensioni davvero piccole ed è estremamente leggera. Ideale da portare con sè in viaggio o in ufficio. Non avendo bisogno di essere collocato vicino una finestra per far passare all’esterno il tubo di scarico infatti, questo condizionatore portatile può benissimo essere posto su di un tavolo.

Funzioni

I condizionatori portatili possono svolgere varie funzioni. Anche quelli più piccoli ed economici, propongono almeno 3 opzioni diverse. Dunque i condizionatori possono:

  • rinfrescare e raffreddare
  • purificare l’aria
  • ionizzare
  • riscaldare
  • deumidificare

La deumidificazione è una funzione davvero fondamentale in quanto permette di abbassare il tasso di umidità presente nell’aria. Anche la purificazione è importante ai fini della nostra salute e del nostro benessere. In pratica viene assorbita l’aria, viene depurata dalle sostanze inquinanti e dunque purificata, per poi essere reimmessa nell’ambiente.

Tipologie di condizionatori

Per quanto riguarda le diverse tipologie di condizionatori, vediamole nel dettaglio così da capire le loro differenze:

  • monoblocco con tubo singolo o doppio: è la tipologia più diffusa. E’ costituita da un’unica struttura che va collocata vicino ad una finestra o balcone, in modo da far fuoriuscire il tubo di scarico. Alcuni modelli hanno due tubi (uno per prelevare l’aria, l’altro per farla uscire). E’ consigliabile optare per modelli con angoli smussati in modo da poterli sistemare con più facilità all’interno di una stanza.
  • split: i modelli split sono i più silenziosi e tecnologici tra tutti. Ma, ovviamente, hanno anche un costo superiore. Sono caratterizzati da due unità. Una esterna che va collocata ad esempio sul balcone e che si occupa della compressione e condensazione, e un’unità interna adibita alla ventilazione tramite gli split (i diffusori).
  • solo a freddo o con pompa di calore: mentre quelli a freddo si occupano solo di raffreddare, quelli con pompa di calore, mediante l’inversione del ciclo termico, prendono l’aria dall’esterno e la riversano in casa, riscaldandola. Consumano poco e sono potenti. L’unica pecca è che dipendono dalle temperature esterne.
  • senza scarico: quelli senza tubo di scarico sono quelli più semplici da trasportare in quanto possiamo collocarli dove vogliamo. Sono più che altro dei raffrescatori d’aria e sono considerati dei mini condizionatori.

Caratteristiche

Quando scegliamo un condizionatore, sono tre i parametri che dobbiamo tenere in considerazione:

  • potenza refrigerante
  • consumo energetico
  • rumorosità

La potenza refrigerante, cioè la capacità di raffreddare una stanza, si misura in BTU/h. Considerate che 1 W=3,4 BTU. Per rinfrescare una stanza di circa 15 metri quadri ci vogliono 7000 BTU e 2000 W di potenza.

La rumorosità invece si misura in decibel (dB). I modelli più silenziosi arrivano a 20 dB ma, la maggior parte dei modelli, si aggira sui 40-50 dB che è un ottimo valore.

I condizionatori, infine, come altri elettrodomestici, vengono inseriti in classi energetiche di appartenenza che fanno capire all’utente quanto andranno a consumare. Optate per condizionatori che abbiano come classe energetica A, A+ oppure A+++.

I condizionatori da tavolo: come funzionano

I condizionatori portatili mini funzionano così: si inserisce dell’acqua o dei cubetti di ghiaccio all’interno del serbatoio e, tramite la ventola e i filtri di carta, l’aria arriva fresca verso l’utente. Se mettiamo per qualche tempo i filtri nel freezer, avremo ancora più freschezza.

Sono condizionatori utili per i viaggi e da sistemare sul tavolo ad esempio della nostra cucina o in ufficio. Non ingombrano, sono economici e facili da pulire. Offrono anche più funzioni come la purificazione dell’aria e la deumidificazione. Si può poi anche regolare la velocità.

Si possono poi ricaricare tramite uscita USB o presa di corrente ed hanno un design moderno ed elegante.

Gli altri condizionatori invece si basano sul ciclo termodinamico. Viene inserito un liquido refrigerante in un sistema chiuso che, tramite passaggi dallo stato liquido a quello gassoso e viceversa, rilascia aria fredda o aria calda.

Modelli, prezzi e marche

I condizionatori da tavolo hanno un ottimo rapporto qualità prezzo. Costano tra i 15 e i 50 euro e sono solitamente muniti anche di maniglia in modo da essere facili sia da trasportare che da spostare. Molti modelli sono anche dotati di luci LED e possono essere inclinati e orientati di 90 gradi.

Come marche ricordiamo Bakaji, Beldray, Huasida, TedGem.

Recensioni

Gli utenti apprezzano l’estrema maneggevolezza, praticità, economicità dei condizionatori da tavolo. Possono portarli in ufficio e sistemarli senza apportare ingombro o fastidio.

Offrono anche di più di quanto ci si aspetta da loro. Renderanno le vostre estati ancora più piacevoli.

Mi chiamo Roberta ed ho una grande passione per la scrittura. Ho studiato cinema e svolgo varie collaborazioni con realtà audiovisive. Sono curiosa e mi piace affrontare ogni argomento raccontandolo con semplicità e entusiasmo. Mi appassionano il mondo della tecnologia, della natura e quello della casa.

Back to top
menu
miglioricondizionatoriportatili.it